DVB-T2 rimandata l'introduzione nei TV - Perchè usare la compressione HEVC/H.265

Dettagli

Decreto Milleproroghe dicembre 2014

Rimandato l'introduzione dei Tv con decoder DVB-T2 e il termine della vendita per i negozi dei
tv con il T1 (qui le nuove date)

 

DVBT2

L’associazione “Bollino DGTVi” ritiene l’introduzione a breve termine (gennaio 2015) del T2 non sia facilmente realizzabile poiché non sono ancora stati fatti test sufficienti a garantire il perfetto funzionamento dei nuovi decoder in Italia.

Per ottenere il massimo sfruttamento della banda del digitale terrestre bisognerà passare dalla attuale compressione H.264/AVC a decoder dotati della compressione HEVC chiamata H.265 che abbinata al DVB-T2 permetteranno quasi di raddoppiare la banda.

La codifica HEVC dovrebbe essere ratificata entro i primi mesi del 2013 e gli apparati arrivare sul mercato dopo la metà del 2013. Il consorzio DGTVi in pratica tende a rallentarne l’introduzione poiché diventerà importante disporre di due nuovi bollini che certificheranno la presenza del decoder T2 e la compressione HEVC per avere caratteristiche uniformi in tutti i tv.

La UE con una delibera ha dato indicazione a tutta la comunità europea di destinare la banda 690-762 Mhz (canali 61-69) ai sevizi telefonici ad alta velocità ma il TAR del Lazio con tre delibere ha bloccato questa indicazione recepita a gennaio dall’Italia e quindi rischiamo di allungare i tempi della evoluzione del digitale terrestre.

Se parte della banda UHF (canali dal 61 al 69) verrà utilizzata per servizi internet a largabanda diventerà indispensabile ottimizzare la banda disponibile per il digitale terrestre.

H.265 HEVC

Disporre sui tv il DVB-T2 non garantirà di avere apparecchi adatti all’evoluzione dei prossimi anni ma bensi diventerà importante disporre del T2 con  l’H265 (HEVC) e quindi converrà attendere l’arrivo di due nuovi bollini DGTVi che garantiranno l’introduzione di tv in Italia con caratteristiche di ultima generazione.

Conoscendo i tempi lunghi della magistratura italiana e quelli necessari alla introduzione di contenuti con la nuova compressione  HEVC/H265 sarà probabilmente dedicata alla trasmissione HD e 3D soprattutto sui programmi a pagamento, quindi continuerà per molti anni la trasmissione con lo standard attuale DVB-T.

Il DVB-T2 che sarà introdotto a partire dal gennaio 2015 nei nuovi tv sarà retrcompatibile con lo standard DVB-T attualmente in uso in tutti i tv led e lcd che abbiamo nelle nostre case che potranno essere adeguati al nuovo standard con un decoder esterno (credevate fosse finita?) se hanno almeno un ingresso HDMI.

In italia attualmente Europa 7 trasmette con lo standard DVB-T2 con la compressione H.264 e utilizzando un decoder esterno si possono ricevere le sue trasmissioni.

Quindi acquistando un tv con il il DVB T2 e con la compressione H.264 (attualmente in uso) si disporrà di un televisore che a breve sarà probabilmente obsoleto tranne se sarà aggiornabile al H.265.

----------------------------------

ottobre 2013 aggiornamento.

La RAI ha ottenuto l'utilizzazione del MUX5 per le tramissioni HD inizialmente dedicato

alla sperimentazione delle trasmissioni del T2.

Ha oltretutto dichiarato che è inutile passare al T2 senza la compressione HEVC (come

avevamo già previsto).

Sono in corso trattative con AGICOM per rinviare l'introduzione del nuovo standard.

Con i canali a disposizione non esiste lo spazio per trasmettere in contemporanea

i due standard, probabilmente una soluzione sarebbe trasmetterlo solo dal satellite

con il TVSAT senza l'obbligo dell'adozione. 

 

 

Dicembre 2014 rimandato l'obbligo dei tv con il DVB-T2.

L'obbligo dei produttori è stato spostato al 01-luglio-2016 per l'introduzione dei Tv

con decoder DVB-T2 invece del 01-01-2015.

Il termine ultimo ai negozi per la vendita dei TV con decoder DVB-T1 scatterà aL 01-01-2017

invece del 30-06-2015.

Nel frattempo sarà studiato uno standard comune di compressione H265 (HVEC) che garantirà

in abbinamento al T2 un migliore sfruttamento della banda di trasmissione.

 Manazza installatori digitale terrestre 

  specialisti sul digitale terrestre e il satellitare

   via Trento 19 27023 Cassolnovo (PV)

 

   
© Manazza F.lli - Via Trento 19 27023 Cassolnovo (PV) - Partita Iva 00557470184 - R.E.A 145298 Pavia
Il sito manazza.it utilizza cookie anche di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.
Per informazioni leggi la " Cookies policy ". Cliccando su " OK " accetti l’uso e togli questo avviso.